25 Luglio 2018

A Pontremoli la presentazione di “Intanto parto. Racconti e parole in cammino”, il Premio Letterario sulla Via Francigena

Il fine settimana del Premio Bancarella per Pontremoli rappresenta un momento di grande importanza storica e culturale, che riesce a racchiudere in due giorni alcuni dei tratti peculiari e caratteristici di questo territorio.
Ma non solo incontri, convegni e riconoscimenti. All’interno del contesto del Premio Bancarella infatti, c’è spazio anche per presentazioni e riflessioni su temi di grande importanza culturale. Come il cammino nel senso più ampio del termine. E come la Via Francigena, grande patrimonio storico e naturalistico che racconta anch’essa un qualcosa di significativo e di grande valore sul territorio.
Domenica 22 Luglio, all’interno della Sala dei Sindaci del Comune di Pontremoli, alle ore 10.45, si terrà infatti la presentazione di “Intanto parto. Racconti e parole in cammino”, il Premio letterario che ha lo scopo di raccontare il viaggio lungo la Via Francigena e i cammini, pensato e organizzato da “Betti Editrice” di Siena, e in collaborazione con la Regione Toscana e l’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF).
Una seconda edizione questa, voluta fortemente dopo il successo del primo anno, e nata con lo scopo di dare spazio ad autori emergenti che, partendo dalla Via Francigena, sappiano raccontare il viaggiare lentamente, il piacere della scoperta, ritrovando e assaporando il ritmo lento del viandante che ben si associa a quello della scrittura, e facendo scoprire al lettore luoghi e tradizioni dei territori italiani.
«Nei testi dei partecipanti alla scorsa edizione – ha raccontato Luca Betti, di Betti Editrice -, abbiamo trovato tante storie di vita, diari di viaggio di moderni pellegrini, ma anche figure reali e immaginarie che, insieme ai luoghi, costituiscono l’essenza dei cammini. In questa seconda edizione ci proponiamo di far conoscere queste storie in contesti sempre più ampi, ma anche di raccontare in maniera diversa territori meno conosciuti, arricchendo l’immaginario che li contraddistingue».
Grande novità di quest’anno la sezione under 25, nata con l’obiettivo si evidenziare il differente approccio che le nuove generazioni hanno adottato nella comunicazione del viaggio, dotandosi di quella tecnologia che oggi fa preferire le immagini al testo, lo smartphone al taccuino, il desiderio della velocità rispetto al piacere della quiete. Senza però mai abbandonare la parola scritta.
I racconti dovranno essere inviati entro il 15 Ottobre 2018 e i testi saranno accuratamente selezionati da una giuria di giornalisti e scrittori di alto spessore, quali lo storico Franco Cardini, il giornalista e scrittore Paolo Ciampi, la giornalista e blogger Selin Sanli, l’editore Marco Zapparoli, rappresentante di Associazione Italiana Editori (AIE), Iza Frackowiak dell’Istituto di Cultura Italiana di Cracovia e Silvia Iuliano per Aevf. I dieci racconti vincitori saranno premiati durante due eventi che si terranno a Monteriggioni e a Pontremoli.
L’evento infine, oltre alla main partnership con AEVF e con la Regione Toscana, sarà realizzato con il contributo dei Comuni capofila della Via Francigena in Toscana (Pontremoli, Lucca, Fucecchio e Siena), in rappresentanza dei trentanove Comuni della Via Francigena e in collaborazione con le amministrazioni di Pontremoli e Monteriggioni, oltre al contributo dell’Istituto di Cultura Italiana di Cracovia, di Lions Club e di associazioni del territorio, tra cui Associazione Toscana delle Vie Francigene.
Il cammino nel senso letterale del termine, il percorso di riscoperta di sé stessi attraverso il viaggio, il piacere di ritrovarsi laddove la storia e la natura si incontrano e si fondono. Sfumature di bellezza che dovranno rispecchiarsi nelle parole di quei racconti, di quelle introspezioni che illumineranno la strada, l’esperienza mistica e fisica che il viaggiare lentamente, sa regalare.
Per ulteriori informazioni consultare www.betti.it/premio-francigena o www.facebook.com/premiofrancigena.

Ufficio Stampa

 

Condividi
INDIETRO