23 Giugno 2020

BANDO EMERGENZA COVID-19 AIUTI ALLE IMPRESE IN DIFFICOLTA’

BANDO EMERGENZA COVID-19 AIUTI ALLE IMPRESE IN DIFFICOLTA’

 FINALITA’ E SOGGETTI BENEFICIARI

 Il presente bando è finalizzato al sostegno delle imprese con sede operativa, o unità locale nel territorio comunale di Pontremoli al 01/03/2020, le quali, in seguito all’emissione dei decreti governativi di contrasto alla diffusione del Coronavirus che prevedevano l’ obbligo di chiusura di ogni attività produttiva che non fosse strettamente necessaria a garantire beni e servizi essenziali espressamente individuati, hanno visto sospesa o fortemente ridimensionata la propria attività, con conseguente calo o interruzione delle vendite e/o del fatturato.

Sono soggetti beneficiari della presente misura:

  • Le attività commerciali come individuate dalla L.R.T. n. 62 del 23/11/2018;
  • Le attività artigianali come individuate dalla L.R.T. n. 53 del 22/10/2008;
  • Le imprese turistiche di cui alla L.R.T. n. 56 del 20/12/2016, escluse le tipologie non imprenditoriali;
  • Le aziende agrituristiche di cui alla L.R.T. n. 30 del 23/06/2003;
  • Le altre tipologie di imprese non indicate nel presente elenco, iscritte ne registro imprese della Camera di Commercio

la cui attività risulti avviata alla data del 01/03/2020, non sospesa, e per la quale non sia intervenuta in seguito a tale data, cessazione o altra procedura liquidatoria che di fatto la renda inattiva.

 REQUISITI DI ACCESSO

 Per accedere al contributo di cui al presente Bando, i soggetti richiedenti che sono titolari di un contratto di affitto di unità immobiliare ad uso commerciale o sono beneficiari di un mutuo per l’acquisto/ristrutturazione dei locali sede dell’unità locale attiva, devono dimostrare di aver subito una perdita di fatturato nel periodo considerato (marzo/maggio) pari o superiore al 33% rispetto al fatturato registrato nel medesimo periodo dello scorso anno.

 Tutti i soggetti richiedenti devono attestare mediante autocertificazione (ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000:

  1. l’iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio
  2. gli estremi, almeno data e protocollo, del titolo abilitativo con cui si è dato avvio all’attività (scia/autorizzazione/iscrizione camerale).

Devono inoltre essere attestati mediante autocertificazione (ai sensi degli artt. 46 e 47 d.p.r. 445/2000) dal legale rappresentante e da tutti i soggetti aventi potere di rappresentanza i seguenti ulteriori requisiti:

  1. di non essere sottoposti alle misure in materia di prevenzione o ai procedimenti contemplati dalla legislazione vigente in materia di lotta alla delinquenza mafiosa;
  2. che non sia stata pronunciata a proprio carico, sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art.444 del codice di procedura penale, per reati contro la pubblica amministrazione e per reati contro il patrimonio che abbiano comportato una pena detentiva superiore ai due anni;
  3. che l’impresa non si trovi in stato di fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo o che nei confronti della stessa non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
  4. che i soggetti interessati non abbiano commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse;
  5. i soggetti interessati rispettino la normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e non abbiano riportato provvedimento definitivo o sentenza passata in giudicato per violazione della suddetta normativa.

Ogni soggetto potrà essere beneficiario di contributi per una sola attività.

 VALORE ECONOMICO DEL CONTRIBUTO

Il valore economico del contributo sarà pari al 30% dei costi sostenuti per il pagamento del canone di affitto o della rata del mutuo acceso per l’acquisto/ristrutturazione dei locali sede dell’ unità locale attiva sul territorio comunale per le mensilità di Marzo, Aprile e Maggio nella misura massima di €360,00/mese (importo massimo concedibile pari a € 1.080,00/attività).

DOMANDA DI AMMISSIONE E TERMINE DI PRESENTAZIONE

La domanda di ammissione al bando, diretta al Sindaco del Comune di Pontremoli, con allegata la copia fotostatica di un documento di identità del richiedente, dovrà essere presentata, firmata e debitamente compilata in ogni sua parte, entro le ore 12.30 del 13 luglio 2020, all’indirizzo PEC: protocollo@pec.comune.pontremoli.ms.it utilizzando esclusivamente il modello allegato al presente bando.

 ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE

Nell’ambito dell’istruttoria delle domande verrà attribuito il seguente punteggio in base all’entità della perdita di fatturato dichiarata:

% perdita fatturato dichiarata Punteggio
= 33% 1
dal 34%  al 44% 2
dal 45% al 55% 3
dal 56% al 66% 4
dal 67% al 77% 5
dal 78% al 88% 6
dal 89% al 100%% 7

ESITO DEL BANDO

 La graduatoria dei soggetti ammessi a contributo sarà pubblicata all’ Albo Pretorio del Comune di Pontremoli entro il 31 luglio 2020.

Nel rispetto della normativa sulla privacy, la graduatoria pubblicata riporterà esclusivamente il numero e la data di protocollo di ricezione delle domande presentate.

I soggetti che hanno presentato la domanda di partecipazione al bando potranno avanzare al Comune di Pontremoli osservazioni in forma scritta avverso tale graduatoria entro 15 giorni dalla pubblicazione dell’esito del presente bando.

ACCERTAMENTI SULLA VERIDICITÀ DELLE DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE PRODOTTE

 La responsabilità della veridicità delle dichiarazioni riportate è esclusivamente del soggetto sottoscrittore della richiesta di concessione dell’incentivo economico il quale, in caso di falsa dichiarazione, può essere perseguito penalmente (art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000).

Sarà cura dell’ufficio verificare la veridicità delle dichiarazioni presentate, per un campione sorteggiato non inferiore al 10% dei soggetti ammessi, arrotondato all’unità successiva.

Qualora le dichiarazioni presentino delle irregolarità o delle omissioni rilevabili d’ufficio, non costituenti falsità, il funzionario competente a ricevere la documentazione dà notizia all’interessato di tale irregolarità. Questi è tenuto alla regolarizzazione o al completamento della dichiarazione ed  in mancanza, il procedimento non ha seguito (comma 3 dell’art. 71 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000).

Fermo restando quanto previsto dall’art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera (art. 75 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000). Oltre alla decadenza dai benefici è tenuto alla restituzione di quanto eventualmente erogato.

Resta ferma l’applicazione delle norme penali per i fatti costituenti reato.

INFORMATIVA AGLI INTERESSATI EX ART. 13 REGOLAMENTO UE 2016/679 SULLA PROTEZIONE DEI DATI

Il Comune di Pontremoli dichiara che, in esecuzione degli obblighi imposti dal Regolamento UE 679/2016 in materia di protezione dei dati personali, relativamente al presente bando, potrà trattare i dati personali del contraente sia in formato cartaceo che elettronico per i connessi eventuali obblighi di legge.

Il trattamento dei dati avverrà ad opera di soggetti impegnati alla riservatezza, con logiche correlate alle finalità e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la protezione dei dati.

Il Titolare del trattamento e il Comune di Pontremoli; mail: protocollo@comune.pontremoli.ms.it.

Per maggiori informazioni circa il trattamento dei dati personali, il contraente potrà visitare il sito https://comune.pontremoli.ms.it/index.php/trasparenza/privacy-regolamento-ue-2016-679.

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Ai sensi della Legge 7 agosto 1990, n. 241, “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”, e s.m.i.,  la struttura amministrativa responsabile dell’adozione del presente bando è il Comune di Pontremoli.

Il Responsabile del Procedimento è l’istruttore amministrativo Gabriella Nadotti.

INFORMAZIONI SUL BANDO

Il presente bando è reperibile sul sito del Comune al seguente indirizzo:

www.comune.pontremoli.ms.it

Informazioni possono inoltre essere richieste al Comune – Ufficio Commercio, rivolgendosi a:

Gabriella Nadotti tel 0187/4601217  – e.mail: commercio@comune.pontremoli.ms.it.

 

MODULO DOMANDA AIUTI IMPRESE
MODULO DOMANDA AIUTI IMPRESE

(dim. 43 KB) - ultima modifica: 11 Ottobre 2020

INDIETRO