27 Settembre 2019

Il convegno “Pontremoli nella Riserva mondiale Uomo Biosfera Unesco: opportunità per le qualità umane, economiche ed ambientali per la nostra terra” l’11 ottobre alle ore 17 nelle Stanze del Teatro della Rosa

Ha preso il via il percorso che vede il Comune di Pontremoli entrare a far parte della Riserva mondiale MAB Unesco. Un cammino in divenire che però pone come obiettivo chiaro ed univoco l’entrare a far parte di un contesto in cui il ruolo da protagonista lo riveste il territorio e tutto ciò che lo caratterizza.

Pontremoli nella Riserva mondiale Uomo Biosfera Unesco: opportunità per le qualità umane, economiche ed ambientali per la nostra terra” è il titolo del convegno in programma il prossimo venerdì 11 ottobre alle ore 17 all’interno delle Stanze del Teatro della Rosa, che proverà a fare il punto sulla situazione e su quali saranno i passi da intraprendere in futuro per perseguire l’ambizioso obiettivo.

Ad intervenire prestigiosi relatori che ben conoscono l’argomento e l’intera realtà in cui Pontremoli è inserito.

Dopo i saluti istituzionali del Sindaco Lucia Baracchini, prenderà la parola il Presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano Fausto Giovanelli con un intervento dal titolo “Programma MAB Unesco e Riserva Biosfera”. A seguire, Lorenza Manfredi, della Riserva Biosfera MAB Unesco Appennino Tosco Emiliano, approfondirà l’argomento “Il percorso di ingresso del Comune di Pontremoli”.

Concluderanno la giornata il Professor Giuseppe Benelli con “Interconnessione uomo – ambiente” e il Professor Giuseppe Biagini con l’intervento “L’importanza di un riconoscimento UNESCO per il territorio”.

«La Riserva diviene elemento di spicco di un territorio – ha commentato il Sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini -, ma abbisogna della consapevolezza di tutti i suoi abitanti affinché venga difesa e valorizzata. La biodiversità deve essere resa elemento attivo del contesto sociale che caratterizza, deve divenire un valore che non deve essere ammirato e dimenticato, ma che ha bisogno di essere vissuto, custodito ed apprezzato quotidianamente.»

Un pomeriggio di grande spessore per conoscere più da vicino il mondo della Biosfera Unesco e tutti gli step necessari per entrare a far parte di un contesto di grande qualità ed interesse.

 

INDIETRO