29 Gennaio 2022

31 Gennaio 2022 Festività del Santo Patrono cerimonia istituzionale

La festa del Santo Patrono per il Comune di Pontremoli è anche occasione per l’Amministrazione di rendere grazie ad alcune persone. Cittadini che hanno dato modo a tutti i pontremolesi di essere orgogliosi per il loro operato, in qualsivoglia settore, regalando lustro alla realtà comunale con i valori, la passione, i principi che questi hanno saputo trasmettere nel corso della loro vita. Ogni anno infatti l’Amministrazione individua tre persone/azioni che divengono simbolo di orgoglio pontremolese: che siano privati cittadini, associazioni, progetti o realtà ormai divenute parte integrante della comunità e del territorio intero.

La consegna delle civiche benemerenze è un appuntamento importante per il Comune di Pontremoli che anche quest’anno, come già accaduto nel 2021, si trova a dover rinunciare alla tradizionale cerimonia pubblica, optando per un qualcosa di più simbolico andando incontro a quelle che sono le esigenze di contenimento causato dalla pandemia di Covid 19 tutt’ora in corso.

Per questo lunedì 31 gennaio, alle Stanze del Teatro saranno presenti solo gli Amministratori e coloro che verranno insigniti di tale merito al quale il Comune consegnerà una pergamena ed una targa a ricordo di questo importante riconoscimento.

Questi i tre nominativi pensati e fortemente sostenuti dall’Amministrazione: il Maestro Riccardo Madoni, da trent’anni Direttore artistico della Musica Cittadina di Pontremoli. Chi ha avuto il piacere di assistere anche solo ad una delle esibizioni della Musica Cittadina, ha di certo notato la guida sicura del Maestro Madoni, gli sguardi ammirati dei musici e la professionalità con cui, ormai da trent’anni, accompagna insieme al folto gruppo da lui diretto, ogni momento significativo di vita pontremolese.

Tutti a Pontremoli conoscono Natalino Benacci. Penna fine ed elegante, esperto di storia, cultura e tradizioni del territorio, testimone di numerosi fatti di cronaca e non solo, fine conoscitore delle potenzialità del Comune di Pontremoli, valorizzatore delle sue bellezze e di tutto ciò che concerne il vissuto della Città. A lui la seconda civica benemerenza di quest’anno, per il suo sessantesimo anniversario di attività giornalistica comprendente la radio, la tv e la carta stampata.

Ci sono poi persone che con la propria attività contribuiscono a mantenere “in vita” luoghi altrimenti a rischio spopolamento, in cui le fasce più deboli, come gli anziani, sarebbero forse più soli, meno coinvolti nella vita “di paese”. Persone come Maria Lina Ferrari, che con la sua attività di ristorazione nella frazione di Succisa Pollina, ha saputo valorizzare un territorio attraverso la cucina di prodotti locali, garantire un punto di aggregazione per gli abitanti e attrarre turisti e visitatori grazie alla sua prelibata cucina.

Tre professionalità di certo differenti, ma accomunate dall’amore per la Città di Pontremoli e dalla passione che da decenni hanno saputo mettere a disposizione della comunità intera e che quindi lunedì 31 gennaio saranno premiate dal Sindaco Jacopo Ferri, che consegnerà loro il prestigioso riconoscimento.

In occasione della consegna delle civiche benemerenze poi, saranno consegnati insieme al Vice Sindaco ed Assessore al Turismo Clara Cavellini  i premi della quinta edizione de “L’Angolo del Natale 2021”, già anticipati e quindi finalmente consegnati nelle mani dei vincitori: sui primi tre gradini del podio rispettivamente la Corale Santa Cecilia, il  Centro Diurno Alzheimer Pontremoli e la frazione di Gravagna Montale, terza classificata, seguiti a ruota dall’Istituto Penale per i Minorenni di Pontremoli, dall’Rsa di Porta Parma, dalla Pro Loco del Piagnaro “Mani e Menti” e dal negozio “Passione caccia e pesca”. Menzione speciale per il Cral Dipendenti Ospedalieri di Pontremoli.

Un pomeriggio ricco quindi che, anche per quest’anno, sarà vissuto in maniera “ristretta”, ma comunque sentita e con tutti gli onori e le attenzioni che merita.

 

Ufficio stampa

 

 

Condividi
INDIETRO