9 Febbraio 2021

Da Pontremoli il via ai lavori per la “Ciclabile dei Castelli”

Si sono ritrovati tutti, ma rigorosamente con mascherina e ben distanziati, i cinque amministratori rappresentanti di altrettante realtà territoriali, che hanno pensato, organizzato e voluto che questo atteso giorno arrivasse. Sabato 6 febbraio infatti, hanno ufficialmente preso il via i lavori che porteranno alla realizzazione della “Ciclabile dei Castelli”, un percorso ad anello lungo il fiume Magra, dedicato alle due ruote.

C’erano Gianluca Crocetti, per il Comune di Pontremoli, realtà capofila dell’iniziativa, Giovanni Longinotti, Assessore del Comune di Filattiera, Daniele Lombardi per Bagnone, Loris Bernardi, per il Comune di Villafranca e Giorgio Santi, Assessore del Comune di Mulazzo. Ognuno di loro, appassionato del proprio territorio e del seguitissimo sport all’aria aperta, ha voluto presentare questo progetto raccontando come tutto è iniziato e quali gli obiettivi che hanno portato a tutto questo.

«Il progetto “Ciclabile dei Castelli” è partito nel 2019 – ha raccontato Gianluca Crocetti – dall’idea di cinque “matti” Amministratori, che hanno iniziato a pensare ad un’idea che riguardasse le due ruote e che potesse coinvolgere tutte e cinque le realtà sfruttando le potenzialità del territorio sotto tutti i punti di vista : turistico, sportivo, agroalimentare  e creando quell’anello di congiunzione a tutti quei percorsi che gli appassionati delle due ruote di ogni nostra realtà hanno costruito. Vorrei ricordare a nome di tutti Roberto Hubert Bellotti, che tanto ha dato per tutti questi progetti. Oggi raggiungiamo la posa della prima pietra che con grande soddisfazione di tutti, dà il via ai lavori. Partiamo da Pontremoli, Comune capofila ma sono presenti tutte e cinque le realtà, insieme a tutti i tecnici che hanno supportato, ideato e che adesso collaborano quotidianamente ed attivamente per arrivare all’obiettivo».

Un obiettivo che non sarebbe neppure poi così lontano visti i tempi di realizzazione, che già nei prossimi mesi darebbero i primi risultati. «I lavori dureranno circa novanta giorni – ha commentato Giovanni Longinotti -. Verranno recuperate alcune viabilità storiche e il percorso attraverserà anche la Via Francigena sia a Pontremoli che a Filattiera, dove passerà nei pressi della Pieve di Sorano. È importante sottolineare l’unione di queste cinque realtà al di là di quelli che sono i colori politici e che permette di conferire ampio respiro nei confronti della Lunigiana intera. Potremo ripartire più uniti che mai nell’ottica di un turismo responsabile derivante anche dalla situazione economica che, soprattutto il Covid, ci ha lasciato in eredità». Un percorso ben integrato e calato sulle peculiarità del territorio, che andrà a toccare diversi dei punti di forza che la terra dei cento castelli mette a disposizione. «Lo scopo, sin dall’inizio, è stato quello di creare una rete che mettesse insieme i vari comuni – ha poi sottolineato Daniele Lombardi, Assessore del Comune di Bagnone -, ognuno per le proprie caratteristiche, offrendo un servizio a tutti i cittadini anche a coloro che arriveranno sul territorio. Un’opportunità nuova di riappropriarsi del territorio, apprezzandone le bellezze messe in rete da ogni Comune nell’ottica di una valorizzazione che investa la Lunigiana intera».

«Il percorso “Ciclabile dei Castelli” è stato finanziato attraverso un bando del Gruppo di Azione Locale della Lunigiana – ha precisato Loris Bernardi, rappresentante del Comune di Villafranca -, che ringraziamo tantissimo, nella persona di Agostino Nino Folegnani. Da anni il mondo del ciclo turismo del territorio attendeva una risposta e finalmente ce l’abbiamo fatta. Devo ringraziare la costanza dei miei colleghi amministratori, perché insieme, grazie alla collaborazione, alla condivisione, alla serietà e al credere fermamente nell’idea, siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo, dimostrando che l’unione fa la forza. È solo l‘inizio per quello che riguarda il ciclo turismo, che però potrebbe essere preso come esempio per altri progetti».

Non solo Amministrazioni nella costruzione di questo progetto, che ha potuto contare sul contributo di realtà dell’associazionismo locale, che hanno dato il proprio supporto all’iniziativa.

«Ringraziamo LunigianaXBike, Asd Goodbike Pontremoli e Società Ciclistica Villafranchese che in questi anni hanno creduto e spronato ad investire su queste progettualità – ha concluso Giorgio Santi, Assessore del Comune di Mulazzo -. Sono le società ad aver tracciato, manutenuto e riscoperto la maggior parte dei sentieri. Oggi per noi è una giornata di festa, al termine di un processo lungo, di condivisione. Un primo tassello dal quale però dovremo continuare investendo su progettualità di questo tipo. Questo percorso sarà una nuova opportunità per scoprire il territorio per turisti, ma anche per operatori turistici, che potranno così offrire, già dalla prossima stagione estiva, questa possibilità a chi giunge sul territorio».

La Lunigiana, terra di storia, di cultura, di tradizioni, di radicate identità territoriali, oggi si presenta con una possibilità in più, basata su quel nuovo modo di intendere il turismo che tanto piace a chi giunge sul territorio: natura, sport, peculiarità e bellezza si uniscono, lasciando senza fiato, e non solo per le salite, tutti coloro che vorranno scoprirla.

Ufficio Stampa

 

Condividi
INDIETRO